Trovare lavoro a tempo indeterminato

Trovare lavoro a tempo interminato, oggi come oggi, è come trovare un ago nel pagliaio. Il più delle volte è davvero impossibile perché la stragrande maggioranza o, meglio, la quasi totalità delle offerte di lavoro si riferiscono a contratti di lavoro temporaneo o flessibile.

I contratti “atipici”, come si dice in gergo, vengono ormai applicati anche a profili tradizionalmente assunti con contratti a tempo indeterminato e se qualche azienda intende assumere con il contratto di lavoro dipendente,  si limita talvolta a dire  “contratto di lavoro subordinato” dove non si riesce a capire se sarà a tempo determinato o indeterminato.

Il contratto di lavoro a tempo indeterminato si riferisce essenzialmente al contratto di lavoro dipendente,  a tempo pieno e senza scadenza, quello in cui lo stipendio si percepisce ogni mese tramite firma di una busta paga e diritto al versamento di tasse e contributi fino al raggiungimento della pensione.

Bello il lavoro a tempo indeterminato! Un lavoro che è scomparso progressivamente negli anni, schiacciato dalle radicali trasformazioni del mercato e dalle leggi ad hoc che hanno dato il colpo di grazia definitivo all’unico contratto in grado di tutelare i diritti e la dignità del lavoratore.

Molto spesso, negli annunci di lavoro, la dicitura “tempo indeterminato” viene usata a sproposito riferendosi anche a lavori di procacciatori d’affari in cui l’indeterminatezza del rapporto di lavoro è legata più alla volontà del lavoratore di continuare il lavoro che all’inquadramento contrattuale.

Ma anche in mezzo all’oceano del nulla si può sempre tentare di “pescare” e trovare qualche occasione di lavoro a tempo indeterminato. Le offerte di lavoro a tempo indeterminato riguardano ancora oggi e manco a dirlo, una delle figure più tradizionali del mercato del lavoro: la segretaria o l’impiegato/a amministrativo.

Vengono frequentemente assunte con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato le segretarie di laboratori analisi e studi medici convenzionati con le Ausl, le contabili di grandi aziende di import export con conoscenza delle lingue straniere,  ma anche parrucchiere o estetiste.

Sul fronte delle professioni che in passato ottenevano facilmente un contratto a tempo indeterminato si registra un cambio di rotta: anche gli operai vengono sovente selezionati a tempo determinato dalle agenzie interinali o con contratti a progetto dagli stessi datori di lavoro, con qualche eccezione per figure come operai e meccanici specializzati.

Il “gota” dei contratti a tempo indeterminato riguarda ancora le professioni dirigenziali e direttive, dove ,spesso, in ballo ci sono carriere prestigiose riservate a chi proviene da percorsi formativi e ruoli eccellenti o da famiglie influenti e altrettanto eccellenti.

Schiere di manager, direttori vari, direttori generali e così via dicendo, spesso figli di un passato fatto di carriere e posti ottenuti in maniera “privilegiata” continuano a campare con contratti a tempo indeterminato, ma anche i comuni mortali hanno il diritto ad avere e trovare un lavoro a tempo indeterminato. Le strategie per riuscirci sono poche, ma vanno seguite con impegno e determinazione. Una di queste è chiedere la conversione del contratto a progetto in contratto a tempo indeterminato quando  il progetto maschera in realtà un lavoro subordinato.

Per intenderci: se vi assumono come operai per otto ore al giorno in officina e vi fanno un contratto a progetto stanno commettendo un illecito che va segnalato al giudice del lavoro. In secondo luogo, puntate sulla specializzazione in campi  con poca concorrenza. E’ il caso degli ingegneri chimici che trovano più facilmente lavoro a tempo indeterminato per via della scarsità di laureati in questo settore.

FORMAZIONE SICUREZZA SUL LAVORO

Si è svolto a Palermo, presso la sede dell’EAP Fedarcom Regione Sicilia di via Ruggero Settimo, il seminario conclusivo e di diffusione dei risultati del progetto Fo.Si.Pre – Formazione multisettoriale su tematiche di Sicurezza e Prevenzione in Azienda

Come diventare criminologo

Non è un avvocato e nemmeno un investigatore, ma potrebbe esserlo. Può, però, essere un ottimo sociologo e psicologo. Potremmo definirlo anche come lo psichiatra del criminale, che studia le azioni di quest’ultimo, per  analizzarle e comprenderle ai fini delle valutazioni da usare in sede di procedimento penale. Stiamo parlando della figura del criminologo, diffusasi ampiamente negli ultimi anni e portata alla ribalta dei media a seguito dei numerosissimi delitti che hanno insanguinato la cronaca recente.

Trovare lavoro serio e ben pagato in tempi di crisi

Negli ultimi anni stiamo assistendo a una crisi economica di proporzioni spaventose, che brucia risorse e posti di lavoro. Ma proprio in questi momenti drammatici si avverte l’esigenza di poter trovare delle occasioni di lavoro serie e ben remunerate.

Queste occasioni esistono, ma non si trovano facilmente, o, almeno, non si trovano facilmente attraverso i soliti canali di informazione rappresentati dai siti di annunci economici. I risultati di molti annunci di lavoro presenti sul web, sono sotto gli occhi di tutti: offerte imprecise, non chiare, senza ulteriori specifiche  e senza descrizione dettagliata dei compensi e delle mansioni da svolgere.

E questo è niente, se non fosse che all’interno di alcuni annunci appaiono anche offerte assurde rivolte praticamente a soggetti che si presume siano dei “fessi” disposti a lavorare gratis o a farsi sfruttare.

Chi pubblica annunci assurdi, presumendo quello che abbiamo appena detto, è una persona cinica, un truffatore o semplicemente uno sfruttatore che approfitta della disperazione altrui per guadagnare senza far nulla e facendo lavorare gli altri. In sostanza, nei canali web di annunci economici e offerte di lavoro è quasi impossibile trovare un filtro che elimini gli annunci inutili ed evidenzi solo le occasioni di lavoro serio e ben pagato.

Il fenomeno è spiegabile con una sola motivazione e cioè quella che nei siti di annunci fioccano anche offerte di lavoro poco serio perché si tratta di annunci gratuiti. Quando la pubblicazione di un annuncio è gratuita, allora è più facile che anche gli inserzionisti “fasulli” trascorrano il loro tempo a pubblicare offerte di lavoro altrettanto”fasulle”.

I canali alternativi al web, per trovare lavoro serio e ben pagato anche in tempi di crisi, possono essere rappresentati dai giornali cartacei o, meglio, dai quotidiani locali. In questi mezzi di stampa è più difficile incappare in offerte di lavoro poco serie perché gli annunci sono a pagamento e chi vuole pubblicarli deve pagare.

Le aziende seriamente intenzionate a trovare personale da far lavorare  e da retribuire dignitosamente, sono anche disposte a pagare per pubblicare un annuncio che permetta loro di trovare il candidato ideale. Chi, in questo particolare momento, avesse bisogno di trovare un altro lavoro, serio e ben pagato, farebbe bene ad acquistare spesso il proprio quotidiano locale.

In genere, le inserzioni con le offerte di lavoro vengono pubblicare la domenica. Trascorrere delle domeniche al bar, leggendo il quotidiano locale con gli annunci di lavoro, potrebbe rappresentare davvero il canale di accesso ad occasioni di impiego serio e ben pagato.

Creare rendite automatiche con Internet

Da tempo, sul web, spopola il dibattito o, meglio, spopolano “le vendite” di e-book e contenuti che spiegano come riuscire a creare delle rendite automatiche attraverso Internet. Prima di riuscire a capire questi segreti, però, bisogna comprendere il significato di rendita automatica.

Con questo termine si intende un guadagno costante e sistematico nel tempo, ottenuto automaticamente, cioè senza lavorare. Quando il guadagno corrisponde a un introito ottenuto senza attività di lavoro, si trasforma inevitabilmente in una rendita. Se tale rendita viene percepita per sempre e durante il corso della vita allora si chiamerà rendita vitalizia. Ebbene, con Internet è possibile ottenere proprio questo tipo di guadagno, chiamato rendita automatica o rendita vitalizia automatica.

L’esigenza è più che mai attuale, specie di questi tempi in cui si perdono sempre più posti di lavoro e le relative speranze di avere, un domani, una pensione dignitosa. La creazione di una rendita automatica sul web, inoltre, non è un sogno impossibile da realizzare e crediamo che non sia nemmeno necessario spendere troppi soldi in e-book rivelatori di segreti per imparate a creare e ottenere delle rendite automatiche con Internet. Per carità, la formazione è importante e l’acquisto di e-book sul tema non è affatto da demonizzare, ma anche quello che stiamo per dirvi potrebbe esservi molto utile per capire come creare delle rendite automatiche provenienti dal web.

Le strade per ottenere rendite automatiche con Internet sono tante, alcune più semplici e fattibili, altre più faticose e impegnative. Partiamo da queste ultime tra cui rientra, a pieno titolo, la gestione di un sito web affiliato al noto programma pay per click, chiamato Adsense.

Un sito di questo tipo, gestito, per anni, con contenuti sempre freschi e aggiornati, produrrà delle visite  e dei click paganti che saranno proporzionati al numero di pagine viste e di utenti unici registrati dalle stesse. La rendita automatica si creerà perché, dopo un certo periodo di tempo, la  probabilità media di guadagno per click, resterà tale anche se il sito non si aggiornerà costantemente.

Diciamo che questa strada è una delle più impegnative al fine di creare una rendita automatica, perché i risultati si vedranno solo con il tempo e dopo un certo numero di anni di lavoro. La seconda strada è simile a quella che abbiamo indicato, ma più immediata e corrisponde all’acquisto di un sito web già avviato e in grado di produrre un discreto reddito mensile con Adsense.

Certamente bisogna pure trovare dei venditori disposti a cedere un sito anche se produce già dei profitti,  ma, a volte, chi vende un sito lo fa per diversi motivi: uno potrebbe essere quello di avere bisogno di una liquidità immediata.

Pagando un prezzo di acquisto che si aggira sui 40, 50 mila euro, si possono acquistare siti con introiti mensili automatici da 500 euro in su. In Italia, il mercato della compravendita di siti è ancora in fase di lancio rispetto all’America, dove, invece, si è già saturato. Per favorire l’incontro tra acquirenti e venditori di siti sono nati dei forum appositi. Uno di questi è il recente www.hostingtalk.it/forum/domini-e-siti-web-vendita-aste-e-acquisti dove poter incontrare persone interessate a vendere o comprare siti. Come si sarà potuto notare, creare rendite automatiche con Internet non è impossibile, ma per riuscirci bisogna: o lavorare o pagare un prezzo.

 

I master in fitoterapia

La fitoterapia è una  scienza medica che utilizza sostanze estratte dalle piante a fini terapeutici.  A guardarla con interesse sono non solo i pazienti, ma anche i giovani che ambiscono a conseguire una formazione specialistica in questo campo. La formazione di eccellenza nel campo della fitoterapia si ottiene attraverso i master universitari offerti dalle principali università italiane. In questo articolo segnaliamo i master in fitoterapia per l’anno accademico 2011-2012 non ancora scaduti.

Si tratta del Master in Fitoterapia applicata e del Master in Medicina integrata edizione 2012, dell’Università di Siena. Le lezioni si svolgeranno, rispettivamente, da novembre 2011 ad ottobre 2013  e da gennaio 2012 a luglio 2013.    Per il master in Fitoterapia applicata  la domanda di partecipazione va inviata entro il 10 ottobre 2011. Il bando del master in Medicina integrata, invece, sarà pubblicato dall’ateneo senese  entro ottobre.  Per visualizzare il bando del master in Fitoterapia applicata si può accedere a questo link: www.unisi.it/postlaurea/master.htm, mentre per quello del master in Medicina Integrata si può consultare il sito della Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata (SIOMI) che pubblica i riferimenti telefonici di contatto dei responsabili del secondo corso post laurea dedicato alle medicine alternative.

Questi master sono di secondo livello, cioè indirizzati a laureati in possesso di laurea specialistica o magistrale. Possono partecipare a questi master, medici, farmacisti, biologi, nutrizionisti e tutti i laureati delle classi di laurea che attengono alla medicina, alla chimica, alla psicologia, alla biologia, alle scienze naturali e alle biotecnologie.  Il percorso formativo può essere gestito in collaborazione con prestigiose università straniere, ma anche con le aziende più note nel campo della produzione di rimedi fitoterapici.

I master in fitoterapia prevedono il rilascio del diploma di esperto in fitoterapia. Il master in Medicina integrata, prevede, invece, un unico percorso formativo che riguarda le varie discipline della medicina alternativa, ovvero Fitoterapia, Omeopatia e Agopuntura. Come tutti i master post laurea, i master in queste discipline abilitano ai concorsi banditi dal Servizio Sanitario Nazionale e all’insegnamento. Durante i master si potranno svolgere anche degli stage presso aziende produttrici di medicinali omeopatici e fitoterapici.

Il lavoro di trascrizione dei file audio

In questo articolo, come annunciato in precedenza, ci  occuperemo di parlare di un lavoro da casa serio e remunerativo: la  trascrizione di file audio. Se il lavoro di trascrizione di indirizzi è per lo più un’attività oggetto di truffe e di proposte più ipotetiche che reali, il lavoro di trascrizione di file audio è un’attività concreta, esistente e facilmente gestibile da casa o da qualsiasi domicilio la si voglia svolgere.

Sono tante le aziende che cercano persone in grado di trascrivere il contenuto di determinati file audio. Questi file possono contenere dei corsi, dei manuali tecnici o qualsiasi altro contenuto prodotto tramite registrazione vocale.

Per lavorare da casa come trascrittori di file audio non servono titoli specifici o particolari abilità , ma solo la capacità di saper scrivere sotto dettatura e in maniera veloce. Questo per quanto riguarda la trascrizione di file audio in italiano. Mentre per la trascrizione di file audio in un’altra lingua ( spesso l’inglese) bisogna conoscere molto bene la pronuncia della lingua  in cui il file è stato registrato. Alla trascrizione di file audio in lingua straniera si può abbinare anche la relativa traduzione testuale. Per trovare offerte di lavoro riguardanti la trascrizione di file audio bisogna cercare tra forum e social network che rappresentano la principale piazza virtuale per gli annunci di trascrizione di file audio.

Alcuni forum dove vengono pubblicati annunci in cui si cercano trascrittori di file audio sono Alfemminile.com e il forum di Html.it.  Altre opportunità si possono trovare anche nei cosiddetti marketplace del lavoro freelance, che comprendono nuove realtà online come Neolancer.it e Link2me.it.

L’attività di trascrizione di file audio è un segmento del lavoro da casa relativamente giovane rispetto ad altre attività freelance e dovrebbe essere facile trovare delle opportunità.  Ma la concorrenza esiste anche per i lavori emergenti e nel momento in cui si cercano offerte per attività di questo tipo, si deve tener conto della concorrenza spietata di altri trascrittori i quali, per acciuffare i potenziali clienti, sono anche disposti a guadagnare cifre irrisorie.

In genere, un trascrittore di file audio lavora con compenso a ore oppure con compenso fisso per ogni file audio trascritto. Con un buon numero di trascrizioni giornaliere si possono guadagnare anche fino a 50 euro al giorno.

Il lavoro di trascrizione indirizzi e imbustamento di depliant e volantini,  rappresenta una delle attività da casa più ricercate, sia da coloro che hanno perso il lavoro, ma anche da casalinghe e mamme che vogliono arrotondare lo stipendio del marito. Questo tipo di lavoro, per come viene proposto da alcune aziende, si presenta molto allettante, sia perché e molto semplice da svolgere  e sia perché i guadagni promessi oscillano tra i cinquecento e gli ottocento euro mensili.

Il vantaggio di lavorare da casa trascrivendo indirizzi è anche quello di poter conciliare i ritmi della famiglia con quelli dell’attività professionale, in  un clima di certo più sereno e rilassato rispetto a quello che si respira in certi uffici o in certe realtà aziendali.

L’unico lato negativo del lavoro di trascrizione indirizzi è che nella stragrande maggioranza dei casi  ( quasi sempre) si riferisce ad offerte truffa ordite da abili e fantomatici inserzionisti web i quali, in forma anonima o creando aziende fittizie, pubblicano annunci di lavoro da casa per trascrizione indirizzi, da affidare soltanto a coloro che pagheranno una somma iniziale di circa 20 euro.  Gli inserzionisti, quando ne hanno voglia, giustificano la richiesta di pagamento come una sorta di rimborso spese per l’invio del kit di imbustamento e trascrizione.

Offerte di lavoro del genere, lo ribadiamo, sono a tutti gli effetti delle truffe, perché per lavorare, anche da casa, non può e non deve essere pagata nessuna somma di denaro. La pratica di pagare per lavorare, tra l’altro è illegale, come ribadisce anche la legge 173/2005.

Secondo la norma, chiedere denaro per permettere a delle persone di lavorare è reato se si tratta di “mero  reclutamento di soggetti”, cioè se la selezione avviene senza indicare specifici requisiti che i candidati devono possedere e se l’incentivo economico rappresenta l’unico guadagno dell’azienda che recluta il personale.

Viceversa, se la selezione riguarda soggetti a cui vengono richiesti specifici requisiti, come, ad esempio, partecipare a un corso di formazione, e l’incentivo economico non fa parte dei ricavi dell’azienda,  la richiesta di denaro non è illegale.

Le  offerte di lavoro per trascrizione di indirizzi con richiesta di pagamento,  che secondo la citata norma  rientrano nel “mero reclutamento di soggetti”, sono, dunque, da considerarsi illegali, anche se ancora il web, forse, non se ne è accorto e continua a pubblicare annunci che, oltre a essere illegali, rappresentano un danno grave per tantissime persone senza lavoro e alla disperata ricerca di un’occupazione seria.

Se il lavoro di trascrizione indirizzi può considerarsi illegale, non lo è un’altra tipologia di attività legata sempre alla trascrizione e di cui parleremo la prossima settimana, in occasione del nuovo aggiornamento di Romstampa. Seguiteci.