Corsi per diventare parrucchiere

In tempi di crisi i giovani riscoprono i mestieri artigianali. Tra questi occupa un posto d’onore quello del parrucchiere, ovvero colui che si occupa di tagliare, colorare, pettinare ed acconciare i nostri capelli. Il parrucchiere è un mestiere antico e dalla tradizione millenaria. Oggi, con il culto della bellezza, è anche diventato una professione molto ambita, perché legata proprio alla capacità di saper creare, con i capelli, dei risultati estetici davvero sorprendenti.

Per diventare parrucchiere bisogna conoscere molto bene le varie tecniche di taglio, asciugatura, colorazione e pettinatura. Tutto questo si può imparare anche con la pratica presso un salone di parrucchiere, ma la formazione sul campo deve iniziare fin da giovanissimi, in modo da assimilare al meglio tutte le varie tecniche di lavorazione dei capelli.

La legge impone anche che per aprire un negozio o un salone di parrucchiere si debba essere in possesso di un diploma di qualifica professionale. Questo diploma viene rilasciato da scuole autorizzate dalle Regioni e dopo aver frequentato delle lezioni teorico pratiche di 1800 ore suddivise in tre anni.

Al termine dei tre anni si potrà conseguire il diploma di Maestro parrucchiere. Per una formazione più specifica si possono frequentare degli ulteriori corsi di formazione biennale, al termine dei quali verrà rilasciato il diploma di Maestro parrucchiere insegnante, cioè di acconciatore autorizzato ad impartire lezioni ai corsi per parrucchiere.

Ma quali corsi frequentare per ottenere una solida formazione di base? La formazione per diventare dei bravi parrucchieri viene fornita dalle Accademie di Acconciatura, vere e proprie scuole di alta formazione che forniscono una solida preparazione teorico pratica sulle varie tecniche di lavorazione dei capelli.

I corsi iniziano a settembre e si chiudono a maggio, proprio come il normale anno scolastico. Ogni anno di corso è dedicato ad acquisire le conoscenze di base o avanzate del taglio, dell’asciugatura e della lavorazione dei capelli. Naturalmente, durante il primo anno si acquisiranno le conoscenze base della tecnica di lavorazione dei capelli abbinate a lezioni teoriche di tricologia, cioè di studio della struttura del capello.

Durante il secondo ed il terzo anno si proseguirà con lo studio delle materie iniziate nel primo, diversificandole in taglio maschile e femminile, taglio commerciale e trend, tecniche di taglio, taglio scalato, asciugatura phon,  raccolti,  acconciature sposa, colorazione capelli e così via.

Le lezioni pratiche si effettuano su teste di manichini, mentre le attrezzature per la lavorazione dei capelli vengono fornite dalla scuola e al termine del corso rimarranno di proprietà degli allievi. I corsi delle Accademie per parrucchieri sono a pagamento ed a volte possono essere a numero chiuso.

L’iscrizione va effettuata entro le prime settimane di settembre, perché le lezioni iniziano a metà mese, in corrispondenza con la data di apertura delle scuole.  L’età minima per iscriversi ai corsi di parrucchiere è . Il costo dei corsi varia in base alla scuola che li offre, ma in genere si aggira intorno ai 1300 euro l’anno, a cui aggiungere 150 euro a titolo di quota d’iscrizione.

L’investimento per diventare parrucchiere può sembrare esoso ma, se si hanno reale talento e passione per questo lavoro, verrà ripagato da grandi guadagni e da immense soddisfazioni morali.

Di seguito riportiamo alcuni riferimenti di Accademie per parrucchieri, tra cui Fashion Accademy, autorizzata dalla Regione Lazio, www.fashionlookacademy.it/corso_acconciatori.asp e Accademia UAAMI, la scuola dell’Unione Artisti Acconciatori Italiani UAAMI, raggiungibile a questo link: www.scuola-parrucchieri.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *